Dottoressa Claudia M. Giagnoni

Introduzione alla MESOTERAPIA

Nata nel 1952 dall’intuizione di Michel Pistor, medico francese, e successivamente affinata e validata grazie al contributo di numerosi colleghi, la mesoterapia si dimostra a tutt’oggi uno strumento efficace e privo di effetti collaterali sistemici utile nel trattamento di patologie articolari, dermatologiche, nell’antiaging cutaneo e per disturbi vascolari localizzati.

Back pain

La mesoterapia di medicina convenzionale, in Italia, viene definita anche ‘Intradermoterapia Distrettuale o ITD’ e consiste nell’infiltrazione dermica di piccole quantità di farmaco in corrispondenza della proiezione cutanea dell’organo da trattare. Si usa lo stesso farmaco che verrebbe prescritto per  via sistemica. Questo minimizza gli effetti collaterali che – ad esclusione della reazione anafilattica – saranno comunque esclusivamente locali e massimizza la quantità di farmaco attivo presentato alla superficie dell’organo. Sono necessarie sedute multiple a cadenza regolare – solitamente settimanale – per l’ottenimento e il mantenimento dell’effetto terapeutico.

L’Omeomesoterapia consiste nella stessa procedura di infiltrazione dermica della mesoterapia, con la differenza che vengono usati preparati omeopatici. I punti di iniezione possono essere localizzati sulla proiezione dell’organo o dell’articolazione da trattare – come nell’ITD – oppure corrispondere a punti recettori come in agopuntura. Non presenta rischi di tipo allergico e gli effetti collaterali vanno dalla formazione di piccoli lividi in sede di iniezione al fugace arrossamento cutaneo.

mesoterapia per celluliteL’omeomesoterapia viene proposta per riattivare la funzionalità tissutale come nel trattamento di rivitalizzazione della pelle del volto o nel trattamento delle adiposità localizzate (cellulite), si è dimostrata efficace per la maggior parte dei dolori articolari, migliora il tono vascolare in caso di flebopatie ed è utile per migliorare la circolazione linfatica il cui rallentamento appare clinicamente come gonfiore da ritenzione idrica. Anche la caduta dei capelli può trovare beneficio dalla rivitalizzazione della circolazione del cuoio capelluto tramite omeomesoterapia.

Usando questa tecnica sui punti recettori dell’agopuntura e infiltrando complessi omeopatici idonei è possibile apportare sollievo anche in caso di prurito generalizzato, allergia, orticaria.

Le sedute vengono ripetute settimanalmente per 1-3 mesi a seconda dei risultati. In preparazione al ciclo terapeutico e durante il periodo di trattamento viene corretto al paziente il regime alimentare e consigliata un’idratazione sistemica adeguata al fine di ridurre al minimo gli stimoli infiammatori provenienti da fattori esterni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *